TRANSGENERAZIONALE

L’albero genealogico è il nostro forziere del tesoro ma anche

la nostra trappola mortale”. (Alejandro Jodorowsky)


Lo studio dell’albero genealogico si basa sulla premessa che ogni comportamento, evento, tragedia, o sofferenza, irrisolta, repressa, nascosta o non-risolta, si trasmetterà di generazione in generazione alla ‘ricerca di una soluzione costruttiva’, cioè di un equilibrio generativo e non più distruttivo e o sofferente. Spesso questi ‘programmi’ agiscono inconsciamente nella vita delle persone, impedendo loro di realizzarsi pienamente. Solo prendendo coscienza di questi ‘programmi’ potremo svincolarcene e sciogliere i nodi del passato, per poter finalmente scegliere liberamente, chi vogliamo essere. Ogni individuo è il suo albero genealogico, l’albero rimane vivo, ogni persona è un’espressione olografica di tutto il suo clan. L’Inconscio Familiare interagisce costantemente con LÍnconscio Personale. L’albero può trasformarsi in una trappola mortale quando tiene legato l’individuo che nasce a contratti inconsci, ma può invece essere un vero tesoro se diventa la chiave per risvegliare la Coscienza! Quando si è In coerenza con la storia personale, si diventa padroni della propria vita, non si è più schiavi di condizionamenti emotivi e di comportamenti registrati nel proprio lignaggio che costringono se repressi e non-riconosciuti, a ripetere schemi dolorosi dai quali non si riesce a scappare.

transgeneracional-abol-icono

Anche solo la pura visione e comprensione dei meccanismi dell’albero genealogico, è un processo sanante; però si può fare un passo in più verso la liberazione da questi programmi che ci impediscono di vivere in pienezza. La genealogia è un sistema ripetitivo con date, malattie, rango di fratellanza, morti, aborti, separazioni, somiglianze, nomi, professioni, ecc… che si trasmettono da una generazione all’altra. Siamo portatori di tutti i conflitti irrisolti del nostro albero genealogico e sono questi i programmi che ci impediscono di essere profondamente noi stessi.

Tutti i segreti, i ‘non detti’ (assassinii, suicidi, furti, eredità, adulteri, incesti, violenze, figli illegittimi, morti improvvise ec…) passano di generazione in generazione sino a somatizzarsi e manifestarsi così alla coscienza, come sintomo fisico. La maggior parte di noi, sta riparando inconsapevolmente, i segreti e il’non detto’ del proprio albero genealogico; ma è sufficiente che, anche un solo membro del clan ne prenda consapevolezza e disveli i segreti dell’albero, perché questo si ‘ripulisca’ cioè si ri-programmi grazie al principio olografico (tutti i membri del clan condividono la stessa informazione).

Per lo studio del Transgenerazionale è imprescindibile investigare le circostanze in cui vissero i nostri antenati (lavoro, situazione sociale, politica ecc…), conoscere quali fossero la loro morale, le loro preferenze, gusti e modi di comportarsi e con tutto questo, potere conoscere da quale situazione culturale e sociale si proviene.

Tutto esiste nell’albero genealogico: conoscere il Transgenerazionale ci permette di non caricarci il peso dell’intera storia dei nostri antenati, per essere liberi e poter vivere la nostra vita.