Cosa è la BioNeuroEmozione – Decodifica Biologica?

La BioNeuroEmozioneDecodifica Biologica è un metodo di indagine che ha come obiettivo scoprire le chiavi emotive di qualsiasi sintomo o malattia, di portare alla luce della concienza le emozioni occultate che hanno attivato programmi incosci.
Questa metodologia invita a una rieducazione
bneemotiva cosicchè il paziente possa affrontare la propria vita con una differente percezione e altre risorse emotive. È un accompagnamento terapeutico che, trovando il ´senso biologico´ del sintomo o della malattia, ottimizza i risultati di qualsiasi trattamento che il paziente stia facendo, siano allopatici, complementari o di altra natura, trova il “senso biologico” del sintomo o della malattia.

Mostra di più

Della Psicologia Freudiana si accolgono concetti quali: conflitto di Edipo e di Elettra nelle relazioni interpersonali e il concetto di Inconscio Individuale. .

Della Psicologia Junghiana, il concetto di Ombra e di Proiezione, detto anche Effetto Specchio o Immagine Speculare, il concetto di Sincronicità e il concetto di Inconscio Collettivo.

Si usa l´Ipnosi Eriksoniana per comunicare con l´inconscio, lasciando che sia quest´ultimo a mostrare i dettagli del trauma / conflitto, del suo blocco e/o del suo insegnamento; non domandando all´inconscio ma piuttosto ascoltando cosa ha da dire sul trauma / conflitto.

Della Programmazione NeuroLinguistica (PNL) applichiamo diverse tecniche e protocolli per individuare e cambiare le credenze limitanti che sempre accompagnano il conflitto.

Si studia e si sviluppa il Transgenerazionale per scoprire i programmi inconsci che condizionano le nostre vite. Si esplora l´albero genealogico per consapevolizzare il paziente e far si che si liberi. Si accede con un rilassamento e/o ipnosi alla situazione scatenante e si cambia l´informazione.

Si analizza il Progetto Senso per comprendere il vissuto dei genitori del paziente dai nove mesi prima del concepimento sino ai suoi tre anni d´età circa e le circostanze in cui avvenne il parto.

Della Nuova Medicina Germanica, creata dal Dott. Hamer, applichiamo il concetto di “senso biologico della malattia”. Il corpo cerca di risolvere un trauma emozionale sviluppando dei sintomi sul piano biologico. Si tengono in grande considerazione le scoperte della Nuova Medicina Germanica, come i relée cerebrali e la loro cartografia, l´importanza dei foglietti embrionali da cui derivano specifici organi e la bifasicità della malattia.

Della Fisica Quantistica: teoria dell´ologramma del Premio Nobel Dennis Gabor (“La parte sta nel tutto e il tutto contiene la parte”). Noi siamo un ologramma, ogni cellula del corpo contiene tutte le informazioni su di noi. Siamo l´immagine speculare dei programmi inconsci del nostro transgenerazionale. Il paziente porta con sè tutte le informazioni del suo clan. Teoria dell´“entaglement” quantistico che permette il cambio d´informazione memorizzata nel nostro inconscio. Si trasporta un´informazione nuova nel nostro passato per guarirci nel presente.

L´Epigenetica dimostra scientificamente che ereditiamo anche gli aspetti psicologici dei nostri antenati. Le nostre esperienze di vita non spariscono nel nulla anzi; si “agganciano” a noi. Queste informazioni restano chimicamente ancorate al nostro DNA. Potrebbe essere questa la spiegazione del Progetto Senso.